Nicola Giunta

Nicola Giunta

Nato a Marsala (TP) il 24 gennaio 1979.Compositore, musicologo, polistrumentista, videomaker, soundartist, autore di colonne sonore per cinema, pubblicità, documentari, video-art, film muti, spettacoli di danza, film d’animazione. Nel 2006 consegue la laurea in Discipline della Musica presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Palermo con una tesi dal titolo: “FONOGRAFIA CREATIVA. Ovvero: l’uso dei mezzi di riproduzione sonora (giradischi, nastri magnetici, CD audio, radio) come pratica finalizzata alla composizione ed all’improvvisazione musicale”. Dal 2002 porta avanti un percorso di studio, sviluppo e pratica nell’ambito delle musiche sperimentali di varia estrazione e tipologia dando vita così a svariati progetti, collaborazioni e produzioni (Mouse and Sequencers, summerTales, e-nsemble C@rtell@, Armali Lari, etc.), parallelamente inizia l’avvicinamento al mondo degli audio-visivi e della sonorizzazione di immagini in genere che lo porterà negli anni a collaborazioni a vario titolo con: Festival Internazionale del Film di Roma 2008 (festival internazionale di cinema), Human Emotion Project 2009 (festival internazionale itinerante di video-art), Bolzano ‘FourFilmFestival’ 2008 (festival internazionale di cinema), Roncaglia Wijkander s.r.l. (agenzia di pubblicità e audiovisivi), GB MUSIC/ SMOOTHNOTES publishing (etichetta di edizioni e pubblicazioni musicali), ‘La Città in Corto’ 2005 all’ Università 'La Sapienza' di Roma (concorso di cortometraggi), InFWA di Berlino (international film workshop academy), SGUARDI SONORI 2008 (festival internazionale itinerante di media and time-based art), Paolo Gaudio (regista), AUDIOSPARX (editore ed agenzia di musiche per audio-visivi), WALLACE records (etichetta di musica indipendente), RomaEuropaWebFactory 2008/09 - fondazione ROMAEUROPA e TELECOM (video-art contest), TOHorror Film Festival di Torino (festival internazionale di cinema), INFINITE SPACES 2010/2011 (festival internazionale itinerante di media and time-based art), ITALIAN WAY MUSIC/PMP MUSIC LIBRARY (etichetta di edizioni e pubblicazioni musicali ), Anna Sarkissian (film-maker e documentarista per il National Film Board of Canada), VISUALCONTAINER (distributore e promotore di video-art e new-media art), Damo Suzuki (cantante e performer), SOUNDTAXI (editore ed agenzia di musiche per audio-visivi), THE SCIENTIST_INTERNATIONAL VIDEOART FESTIVAL 2010 (festival internazionale di video-art), FABRICA (centro di ricerca e comunicazione), Escuela de Cinematografia y Artes Visuales de la Universidad de Leòn (scuola di cinema), SITGES International Fantastic Film Fest di Barcelona (festival internazionale di cinema), N.U.C.T. Nuova Università di Cinema e Televisione di Roma (scuola di cinema e televisione), Nothern School of Contemporary Dance of Leeds (accademia di danza), Leonardo Frosina (regista), CAM di Casoria (museo d’arte contemporanea).


Sade Mangiaracina

Sade Mangiaracina

Sade Mangiaracina nasce il 28/02/86 a Castelvetrano (TP). A 7 anni inizia lo studio del pianoforte classico, a 13 anni consegue il diploma di solfeggio, a 15 anni il diploma di quinto anno e il sesto grado alla Royal School of music di Londra. Finito il liceo si trasferisce a Roma per studiare jazz all'accademia Percentomusica diretta da Massimo Moriconi dove si diploma a giugno del 2007 con il massimo dei voti. Riceve una borsa di studio al seminario di Città di Castello e una borsa di studio al seminario di Umbria jazz diretto dalla Berklee College of Music che le permetterà di studiare un anno nella prestigiosa scuola di Boston. Suona in 3 progetti originali di cui uno con la cantante palermitana Laura Lala (Pure Songs). Suona in uno spettacolo teatrale dal titolo Li Romani in Russia, brani originali del compositore romano Pino Cangialosi. Nel 2008 assieme alla contrabbassista Caterina Palazzi e alla batterista francese Anne Paceo forma il gruppo "Violet trio" esibendosi spesso a Parigi e al jazz festival di Marciac e di St Germain des Pres e di Oloron. Aprono i concerti di Dionne Warwick durante il suo tour italiano. Nell'estate 2008 suona assieme al trombettista Fabrizio Bosso al jazz festival di Castelbuono che ha anche registrato con lei nel suo disco "Sade Mangiaracina Quartet" fatto di sue composizioni originali uscito a maggio 2009 per l'etichetta "Philology". Insieme a Laura Lala ha vinto il concorso "S.Louis jazz contest" con un altro progetto originale chiamato "Pure Songs", è appena uscito il loro disco per l'etichetta romana "Jazz Collection".


Sade Mangiaracina

Laura Lala

Laura Lala ha studiato canto jazz al Brass Group di Palermo, la città dove è nata e cresciuta, dal 1997 al 2001 con Maria Pia De Vito. Nella stessa scuola, ha studiato piano jazz con Mauro Schiavone ed ha frequentato i laboratori di musica d'insieme di Salvatore Buonafede, approfondendo il repertorio jazzistico e contemporaneamente arricchendo il bagaglio d'ascolti e conoscenze grazie anche all'aiuto dei giornalisti siciliani Alberto Bonanno e Gianmichele Taormina. Nel 2005 si è laureata al DAMS musica di Palermo col massimo dei voti ed una tesi su Billie Holiday correlata dal musicologo Marcello Piras. Trasferitasi a Roma ha frequetato il Saint Louis College of Music per approfondire tra gli altri lo studio del canto jazz (con Cinzia Spata ed Elisabetta Antonini) diplomandosi nel 2010. Negli ultimi dieci anni ha frequentato diversi corsi e seminari studiando con: Mariapia De Vito durante il Marsala Jazz Fest 98; Cinzia Spata presso il Saint Louis Music College; Norma Winstone, Mark Murphy, presso l'Open jazz club di Palermo; Rosalba Bentivoglio, Katleen Perry, presso il Brass Group di Palermo; Susanne Abbhuel al Roccella jazz; Paola Folli presso il "Grow up music" di Messina; Sheila Jordan, presso la scuola civica di Cremona; Bob Stoloff, al il corso di alta specializzazione Roma Jazz's Cool 2006. Ha inoltre frequentato i seminari estivi di Nuoro jazz 2003 e quelli di Veneto Jazz 2004 tenuti dai docenti della New York School (superando le selezioni per la New School University di New York), le clinics di Umbria jazz 2007 ed il Roma Jazz's cool 2007 e 2008. Ha all'attivo due album come compositrice ed autrice di testi in italiano, inglese e dialetto siciliano: "Pure Songs" (Jazz Collection 2010) e "Anche le Briciole Hanno un Sapore" (Urban 49 2013).


This armony

This Harmony

I This Harmony sono una band perugina nata nel 2002. Quattro giovanissimi musicisti con un indissolubile interesse comune: la musica. Quattro ragazzi, Massimo Cervini, Nicola Tarpani, David Aberrà, Laurence Cocchiara. Rispettivamente chitarra, batteria, basso, violino. Strumenti, senza una voce. I This Harmony amano definire se stessi come un gruppo "indie rock da salotto". Musica classica e rock fusi in una miscela senza precedenti. La loro discografia conta fino ad ora un solo album ufficiale, Leila Saida, uscito nel 2006, autoprodotto e successivamente pubblicato dalla trevigiana Lizard Records. Nel 2007 vincono il Premio della Critica MArteLive e pubblicano il secondo album Notturno con l'etichetta MArteLabel in collaborazione con Gb Music e Raitrade (il progetto vanta anche la partecipazione dell'illustratrice americana Andrea Gutierrez alias Mylittlebighead).


Herself

Herself

Herself è il progetto di Gioele Valenti, autore di poesie e racconti e degli album Please Please Please, Leave Now (2004, Subcasotto Records) e God Is a Major (2005, Jestrai Records). Nel 2009 è uscito, Homework sempre per la Jestrai Records e nel 2013 Herself per la DeAmbula Records. Quello di Valenti è un folk autistico e da camera, interamente ripiegato sui propri incubi e realizzato in totale autonomia ad eccezione dell'intervento di un violoncello suonato in un brano da Sergio Serradifalco. Siamo dalle parti del minimalismo esasperato ed ossessivo del primo Bill Callahan con una propensione apocalittica che ricorda alcune release di folk etereo prodotte negli anni da etichette come Constellation. Gioele tratta gli strumenti saturandoli oppure dilatandoli in forme ed effetti che riducono la struttura della forma canzone e si avvicinano al drone.